Sbarco migranti a Bari: CRI Bari interviene

Sabato 15 Luglio 2017 sbarcavano nel Porto di Bari 644 migranti. Il Comitato di Bari della Croce Rossa, coordinato dal Comitato Regionale Puglia e in collaborazione con i volontari di altri comitati pugliesi, intervenendo fin dalle prime ore del mattino, ha svolto diversi compiti. In particolare:

  • gran parte dei nostri volontari hanno fornito “assistenza sottobordo” alle centinaia di migranti appena sbarcati dall'unità della Royal Navy (HMS Echo - H87), prelevando i soggetti e trasportandoli dapprima nelle nostre tende dove era stato predisposto un "punto di prima accoglienza" per rispondere alle prime necessità (principalmente sono stati consegnati dei vestiti puliti - portati sia da noi sia frutto delle donazioni -, un minimo di pulizia personale e un po' di ristoro, necessario dopo le lunghe ore in mare). Terminata questa prima fare, venivano accompagnati nelle tende del PMA per poi continuare l'iter con le altre fasi dell'accoglienza e il riconoscimento;

  • altro personale specializzato ha formato gli equipaggi delle due ambulanze che, con un lavoro straordinario, hanno effettuato diverse corse in ospedale durante tutta la giornata, trasportando complessivamente 11 pazienti (fra i quali donne gravide e bambini) nei vari nosocomi cittadini;

  • da non sottovalutare il ruolo di coordinamento e assistenza svolto sul posto dalla SOL (Sala Operativa Locale) e in generale dal gazebo logistico, che ha offerto un luogo di riposo ai nostri volontari che, viste anche le alte temperature e la necessità - legata ai rischi sanitari - di operare con un certo tipo di abbigliamento, hanno avuto bisogno di refrigerio ma, in generale, ha offerto ospitalità a tutti gli enti e le associazioni intervenuti nella circostanza;

  • a questo dispositivo si aggiunge il lavoro svolto dal pulmino e dal suo equipaggio, cui è stato affidato un servizio di trasporto continuo fra il porto e il Comune, luogo in cui era stato allestito un centro di raccolta abiti, necessari in questo frangente.

Sul molo del porto di Bari il Comitato di Bari della Croce Rossa ha messo gratuitamente a disposizione complessivamente 35 volontari fra cui 4 Infermiere Volontarie, 2 ambulanze, 1 autovettura, 1 pulmino e sono stati approntati 2 gazebo. Tutti i volontari hanno operato seguendo sempre le regole di sicurezza del caso, indossando nonostante le alte temperature, tutti i DPI necessari ad assolvere in sicurezza il compito assegnato. Le squadre sono rientrate alle 20.30, dopo una giornata molto intensa.

A margine di questa cronaca, con molto rammarico, abbiamo letto sulle colonne del quotidiano “La Repubblica Bari” delle accuse infamanti sull'operato della Croce Rossa. La risposta del Comitato Regionale, allegata in calce, chiarisce la situazione. L'unica cosa veramente inutile, in questa vicenda, sono state le polemiche che hanno seguito lo sbarco.

 

Di seguito il comunicato stampa del Presidente Regionale CRI, Dott.ssa Ilaria Decimo

LETTERA APERTA CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE

Spettabile redazione,
"Questa Presidenza ha con sgomento letto su Repubblica, cronaca di Bari , a firma della vostra giornalista Francesca Russi, il racconto falso e maldestro riguardante i fatti avvenuti nella giornata di ieri, 15 luglio 2017, nel corso dello sbarco di migranti presso il porto di Bari. I fatti riportati non corrispondono alla realtà ed anzi, inspiegabilmente, infamano l'operato ed il buon nome della Croce Rossa ad ogni grado e livello. È inutile riportare il lungo elenco di testimoni, di Croce Rossa e non, pronti a smentire quanto riportato nell'articolo ed affermare quanto siano tendenziose e fantasiose le ricostruzioni narrate. Croce Rossa Italiana, anche a Bari, ha dato dimostrazione di abnegazione, umanità ed alta professionalità dei Volontari. Non posso consentire, così come non possono consentire i dirigenti locali e nazionali dell'Associazione, che nessuno adombri oltre 150 anni di attività umanitaria svolta con abnegazione in ogni parte del mondo. Non posso consentire tantomeno, così come non possono consentire i dirigenti locali e nazionali dell'Associazione, che testate giornalistiche importanti e credibili come Repubblica scivolino in ingenuità così vistose e pericolose.
Nel rispetto dei ruoli e dei rappresentanti dei rispettivi territori ho sentito il Sindaco di Bari anche nella sua qualità di Presidente nazionale dell'ANCI il quale, nel ringraziare personalmente la CRI per l'attività svolta, ha anche lui riferito con mortificazione di aver letto l'articolo, non condividendone, avendone le prove certe, la forma ed il contenuto.

Per quanto sopra questa Presidenza si riserva di preservare l'immagine dell'Associazione nelle sedi opportune."

Il Presidente di CRI Puglia
Ilaria Decimo

 

Di seguito la lettera di ringraziamento pervenuta al Comitato di Bari della Croce Rossa da parte del Comune di Bari - Assessorato al Welfare: 


 

Di seguito una galleria fotografica delle operazioni: 

 

Il briefing alle 7.00, prima di giungere sul posto

Due fasi del montaggio dei gazebo

I primi migranti a sbarcare

Le prime fasi dello sbarco

 

 

Il punto di prima accoglienza

 

 

Uno dei tanti pazienti trasportati dalle nostre ambulanze

Le ambulanze pronte a partire

 

La SOL con il punto logistica

Un momento di coordinamento con l'Ass. Bottalico 

Il nostro pulmino mentre nell'androne del Comune di Bari carica gli aiuti appena donati dalla popolazione


_______

Vol. Alessandro Montecalvo

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Merchandising

Diventa Volontario!

Dona ora!

Rimani aggiornato

Seguici sui Social!

Sostieni la CRI

Vuoi sostenere la CRI? Clicca qui!

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati.